venerdì 11 aprile 2014

Crostata di mele e crema pasticcera



Cosa ci rende così affezionati a un sapore? Il suo gusto intrinseco, oppure quello che ci riporta alla mente? Ovvero, è più il palato che ci procura piacere o quello che evoca nella nostra mente? O entrambe le cose?
Di certo è che ci sono dei sapori che ci rendono felici; e ci sono dei profumi che ci fanno ricordare luoghi, persone, volti, sorrisi.
Così, accade che  alcuni dolci ci ricordano persone, o è il contrario: alcune persone  ci ricordano un dolce?
Per esempio: se penso a mia figlia mi viene in mente la torta al doppio cioccolato. Se vedo una torta al doppio cioccolato penso a mia figlia!
Se voglio fare un dolce e penso a mio padre mi viene in mente un dolce di pasta frolla  e crema pasticcera. Lui impazzisce per la crema, che non disdegna di mangiare a cucchiaiate. Così, visto che  avevo ancora qualche mela croccante e saporita, mi sono decisa a fare la crostata di mele e crema pasticcera. Quest’tanno non l’avevo mai fatta e un po’ mi è mancata. Quando ero piccola, mia madre la faceva spesso, con quelle mele buone che comprava mio padre. Oggi, mio padre continua a comprarmi le mele, (quelle buone, come dice lui)  ma fare la crostata, tocca a me.

E a voi, è un dolce che ricorda una persona,
o è una persona che vi ricorda un dolce?











------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

La ricetta: Crostata con crema pasticcera e mele
(Dimezzare le dosi della crema per una crostata di media grandezza)

Crema pasticcera
di L. Montersino

800ml di latte intero fresco
200ml di panna al 35%
300g di tuorlo d’uovo
300g di zucchero
35g di amido di riso
35g di amido di mais
Vaniglia e/o limone qb

Pasta frolla

300 gr di farina
130 gr di burro
90 gr di zucchero
1 tuorlo
1 uovo intero
un pz di sale
mezzo cucchiaino di lievito in polvere
1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Tre o quattro mele belle sode ( io annurche)
Cannella q.b.

Mettere la farina e il burro freddo a pezzetti in un mixer e sabbiate, aggiungere le uova, lo zucchero e gli altri ingredienti e impastare velocemente giusto per amalgamare il tutto. Avvolgere l’impasto ottenuto in una pellicola e far riposare in frigo per un’oretta e anche più.
Nel frattempo preparare la crema pasticcera:
montate i tuorli con lo zucchero, aggiungere la bacca di vaniglia  infine l'amido di mais e l'amido di riso. Nel frattempo mettete a bollire il latte con la panna.
Raggiunto il bollore, unite le uova montate e cuocere mescolando con una frusta fino a che non si addensa. Appena sarà cotta versare subito  in un contenitore e fare raffreddare dopo averla coperta a contatto con una pellicola.
Sbucciate e tagliate le mele a fettine non troppo spesse ma nemmeno troppo sottili. “Conditele” con un po’ di zucchero,  un pizzico di cannella e scorza di limone.
Rivestire di pasta frolla uno stampo e bucherellate con una forchetta. Distribuite sulla frolla la crema pasticcera e infine adagiate ordinatamente le fettine di mele. Spolverizzate ancora con poco zucchero ( io quello di canna) e a piacere cannella. Cuocere in forno a 160° -170° per 30 -40 minuti. Fare raffreddare prima di servire.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Oggi è venerdì, ed io sono felice!

.
.
.
.
.
.

47 commenti:

  1. Io di solito associo i dolci alla persone che me li ricordano..ma quasi mai il contrario.. ;-)
    Questa crostata è quasi celestiale..così facile poi che mi chiedo perché io non l'abbia ancora fatta!un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara, ma non è possibile! Tu che ami così tanto le crostate non hai mai fatto questa? Devi rimediare, è troppo buona, e poi l'hai detto è facilissima! :-)

      Elimina
  2. Concordo perfettamente con te cara del resto ho realizzato un contest proprio legato a questa emozione che ci ricorda i dolci e se penso al dolce dell'infanzia di sicuro mi ritorna in mente la nonna con le sue torte di mele e crostate davvero uniche come questa che ci presenti oggi che trovo davvero divina!!!!Sono alla ricerca di questo stampo rettangolare per crostate accidenti non riesco a trovarlo a Napoli!!Bacioniiiii,Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Imma, io vivo a Napoli, non lo sapevi? Sarei felicissima di donarti lo stampo che desideri, non appena decideremo di prenderci un caffè insieme! :-)

      Elimina
  3. ada perdonami sono stata un pochino assente per motivi di lavoro...e di incasinamenti vari....e mi son persa queste tue meraviglie ..cupcakes da sogno...torte da favola...ingredienti divini....ma lo sai che sei davvero brava? ma davvero davvero??? metti romanticismo in ogni ricetta stupenda che fai!!! adoro le tue foto...i tuoi colori..mi rilassano e mi inebriano di sapori e odori...grazie per le tue ricette che meticolosamente appunto nel mio file con su scritto ADA...magari non mi vengono belle come le tue ma sicuramente sono buonissime!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è capito che sono romantica? Grazie, Enrica per le tue belle parole! Sei un tesoro! :-)

      Elimina
  4. Anche io ho una buona memoria olfattogustativa e la mela trovo che sia universalmente considerato il sapore dell'infanzia... bellissima questa crostata, complimenti! Un bascione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patty, anche per me la mela è un ricordo indelebile di quando ero bambina. Ora che ci penso, è una vita che non ne mangio una a morsi con buccia compresa. :-)

      Elimina
  5. Mamma mia che buona deve essere!!!!! io ho provato ad abbinare la confettura con le mele per un crostata.. ma l'idea della crema mi alletta!!! baci.. buon sabato e domenica delle palme :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai provato le mele con la crema pasticcera? Devi assolutamente rimediare! Buon fine settimana anche a te, baci. :-)

      Elimina
  6. La crostata di mele e crema pasticcera e' un classico che non tramonterà mai. Mia madre la faceva spesso. Io tempo fa ho fatto la versione con la meringa sopra. Con tutti i dolci che faccio, si contan su una mano quelli che mi riamdan a persone. Buon fine settimana, Ada !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche mia madre faceva sempre questa crostata! La tua con rema, mele e meringa che cosa sarà mai? Strepitosa come tutti i dolci che fai! Buona domenica! :-)

      Elimina
  7. fantastica!!!! profumata e goduriosa!!!! splendide anche le foto!!1 bravissima!!!

    RispondiElimina
  8. Mi inviti a nozze Ada!!!
    Quando vedo dolci con le mele vado letteralmente in brodo di giuggiole!!!!
    Complimenti ti è venuta una meraviglia!!!
    Un bacione e buon fine settimana
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non può non piacere questa crostata, praticamente è la crostata di mele per eccellenza!
      Ciao Carmen, buona domenica :-)

      Elimina
  9. Decisamente alcuni dolci riportano alla mia mente alcune persone specifiche. La "pastiera" mi ricorda mia nonna, solo lei. Le "zeppole di San Giuseppe" mi ricordano mio nonno, solo lui.
    Una piccola chicca: lo sapevi che la memoria più consolidata è quella olfattiva? Sono gli odori, più che i sapori a rievocare ricordi! ;)
    Ottima la crostata di mele! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. * All’improvviso il ricordo è davanti a me* : Les Petites Madeleines di Proust. Vero, la memoria olfattiva scatena i ricordi più antichi!
      Mi piace il binomio pastiera + zeppole di San Giuseppe! :-)
      Ciao Miu, a presto! :-)

      Elimina
  10. Che belle le foto di questa crostata cara Ada, fanno venire voglia di allungare una mano e rubarti una fetta di questa delizia!!! Adoro la frolla con la crema pasticcera e con le mele poi...una vera golosità...bravissima!!!
    Bacioni, buona domenica...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely, grazie! La frolla con la pasticcera è meravigliosa! Buona domenica a te! :-)

      Elimina
  11. Carissima Ada, i tuoi scatti mi lasciano sempre di più senza parole: questa crostata sembra parlare sottovoce al brillio dei cucchiaini..anche per me fare un dolce ( assoluto gesto di amore..) significa ritornare con il pensiero a chi lo faceva o a chi lo amava od ama..mia cara, come già detto, vorrei essere un poco più vicina a te, anche per..assaggiare i tuoi meravigliosi dolci!
    Un abbraccio,
    Fabrizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era così che volevo che parlasse:sottovoce! Riesci a cogliere le mie intenzioni, cara Fabrizia. Peccato non essere vicine, un vero peccato. Di certo ci sarebbe stato uno scambio non solo di idee ma anche di dolci assaggi, perchè nemmeno tu scherzi con le torte!
      Ti abbraccio con affetto ♥

      Elimina
  12. Davvero deliziosa cara Ada! Mi piace tanto, e' una delle mie torte preferite... devo rifarla presto... intanto ti mando un grossissimo abbraccio. Notte cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo che incontra i gusti di tutti questa crostata! Prima di tuffarmi definitivamente nelle fragole, dovevo farla ancora una volta!
      Un abbraccio e buona domenica :-)

      Elimina
  13. Sorrido perchè io ho una spudorata tendenza ad associare piatti e persone .. Se dico tiramisù, c'è mia sorella, il suo dolce preferito che io preparo da sempre per lei e senza le uova... se dico Chiacchiere, mi viene in mente la mia ex suocera (pensa te che associazione!) lei le tirava sottili e croccanti e mi ha insegnato a stendere la sfoglia... se dico salsicce, brasati e carni indiscutibilmente c'è mio marito che -toglietegli tutto tranne la ciccia- ( da buon piemontese:)... mentre io forse, sono proprio quella della torta di mele... e affini... le amo incondizionatamente... sarà che prediligo i sapori familiari e tradizionali... se vuoi farmi felice, una fetta di questa crostata, per me, sarebbe proprio l'ideale:) bellissima tra le altre cose, complimenti:*
    Ti abbraccio Ada, buon fine settimana:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' sempre un piacere leggere i tuoi cpmmenti cara Simona. Sei sempre codi' attenta e dolcissima. Sono felice di averti conosciuta.
      Un abbraccio

      Elimina
  14. Per me, il tortino caldo al cioccolato, è mio marito :) Lui lo adora...ma adora quello che preparo io, dice che buono come il mio, non l'ha mai mangiato da nessun altra parte :) E io adoro la crostata con crema e mele, come la tua :)
    Ti abbraccio. Buona domenica :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora la prossima volta che la faccio, pensero ' anche a te! ❤

      Elimina
  15. Per me torta di mele equivale a mio marito!!!! E penso proprio che proverò a fargli questa versione!!!!!:)
    Un bacione Ada! Buona domenica!

    RispondiElimina
  16. Adoriamo i dolci alle mele e questa crostata dev'essere divina!! E' bellissima, sei sempre bravissima con i dolci!!! Baci e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io e Sara abbiamo commentato la stessa torta da postazioni diverse: siamo telepatiche :)

      Elimina
  17. E' proprio vero che il cibo è evocativo e, per me, i dolci con le mele lo sono in modo particolare. Non so, forse sarà tutto riconducibile a Nonna Papera e alle sue torte sulla finestra, ma il solo profumo di mele e zucchero che esce dal forno evoca scenari nostalgici e meravigliosi. Questa crostata (rettangolare come le adoro io!) trasuda proprio lo spirito delle case di una volta!
    complimenti!Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evviva Nonna Papera! Io la adoravo! Le sue torte di mele sul davanzale della finestra erano fantastiche! :-)

      Elimina
  18. La torta di mele già di per se è meravigliosa, se ci aggiungi una frolla perfetta e la crema pasticcera di Montersino non puoi che ottenere una delizia! E' proprio bella con quello stampo, l'ho comprato anche io perchè me ne ero perdutamente innamorata :) E' proprio vero Ada, il cibo è più buono proprio quando ci ricorda qualcuno a cui teniamo particolarmente :) Un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutte innamorate di questo stampo, noi! Che bella combriccola siamo! Ciao Angela, un abbraccio :-)

      Elimina
  19. Tarte de maçã, um clássico que adoro.
    Ficou bem bonita e gulosa, nessa forma tem outro encanto.
    Bonitas fotografias.

    beijinhos

    RispondiElimina
  20. Dipende, a volte un dolce mi ricorda una persona... e a volte una persona mi ricorda un dolce!!! :D Ada, dimmi un po' quanto è buona la crema di Montersino... vero?! Io non la abbandono più!!! :D Questa crostata è magnifica, bravissima! <3 Spero di sentirti in questi giorni, un bacio forte :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo amo troppo quell'iuomo! La sua crema e' fantastica! Ti abbraccio e a presto. ❤

      Elimina
  21. Eh ci sarebbe da scrivere per giorni su cibo e ricordi! Ma il mio quesito in questo momento è... Come ho fatto a perdermi questa stupenda crostata??? Un abbraccio! :)

    RispondiElimina
  22. Ada la tua crostata sa di buono ed è tanto bella e coincidenza anche per me la crostata con la crema mi ricorda papà invece se penso a mia mamma mi viene in mente il presto fatto <3
    Ti abbraccio forte, forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se commento nessun codice...tutto risolto!

      Elimina
    2. :-) ti adoro Enrica, sei un veri tesoro! ❤

      Elimina
  23. la tua crostata è veramente bella!!! anche io vorrei prendere la teglia rettangolare stretta e lunga rende tutte le crostate molto più eleganti!!! brava mi piace molto l'abbinamento crema e mela, uno dei miei preferiti anche nelle brioche!!

    RispondiElimina